Economia circolare, una sfida per il pianeta

Seminario su “Bioeconomia nell’economia circolare” al Complesso Monte Sant’Angelo

Da

In un periodo di crisi delle risorse per il pianeta risulta necessario parlare di “Economia circolare” basata principi secondo i quali ogni rifiuto può, e deve, essere riciclato; che l’energia deve provenire da fonti rinnovabili; che “i prezzi devono dire la verità” e rispecchiare i costi reali, compresi i costi ambientali. Se ne parlerà venerdì presso la Sala Azzurra del Complesso di Monte Sant’Angelo dell’Università Federico II (via Chintia – Napoli) nell’ambito del seminario “BIOECONOMY in the CIRCULAR ECONOMY” con scenziati di fama internazionale.

Introducono i lavori: Gaetano Manfredi Rettore dell’Università Federico II, Piero Salatino Presidente della Polytechnic and Science School (Università Federico II) e Giovanni Sannia Coordinatore del Corso di Dottorato in Biotecnologie (Università Federico II). Partecipano I Professori Mario Bonaccorso, giornalista di finanza ed economia, componente del gruppo di lavoro ASSOBIOTEC – INDUSTRIAL BIOTECHNOLOGY, Giulia Gregori Strategic Planning and Corporate Communication Manager, Novamont Spa, Gianluca Carenzo Direttore generale del Parco Tecnologico Padano di Lodi e Presidente dell’Associaizone Nazionale Parchi scientifici e tecnologici italiani (Apsti), Danilo Porro Professore di Chimica e Biotecnologie di fermentazione and ProRettore per la valorizzazione della ricerca dell’Università Bicocca di Milano, Massimiano Tellini Head of Circular Economy, Intesa Sanpaolo – Torino, Italia e Roberto Vona Professore Ordinario di Economia e Gestione delle imprese (Università Federico II).

Secondo una definizione fornita dalla Commissione Europea, la bioeconomia comprende la produzione di risorse biologiche rinnovabili e la loro trasformazione in alimenti, mangimi, prodotti biologici e bioenergia. Settori come la bioeconomia hanno un forte potenziale dei innovazione, utilizzando una vasta gamma di scienze (scienze della vita, agronomia, ecologia, scienze alimentari e scienze sociali), tecnologie abilitanti e industriali (tecnologie biotecnologie, nanotecnologie, dell’informazione e della comunicazione (TIC), e ingegneria). La Fondazione Ellen MacArthur definisce l’economia circolare come un sistema efficiente delle risorse dove la “la vita imita la vita”. In altre parole gli “ingressi” e le “uscite” sono utilizzati in modo circolare in modo che le “uscite” in definitiva diventano nuovamente “ingressi” e quindi prodotti riutilizzabili.