Il Pakistan celebra Aitzaz il suo studente eroe

Da

Svegliarsi, andare a scuola e morire. E’ quello che è successo lunedì scorso ad Aitzaz Hasan Bangish, studente 14enne di Ibrahimzai nel distretto Hangu della provincia di Khyber, nordovest del Pakistan, morto da eroe per salvare la propria scuola ed i propri compagni da un attentato kamikaze.

Aitzaz quella mattina era arrivato tardi e per punizione era stato lasciato fuori scuola, insieme ad altri due amici. Pochi minuti dopo si avvicina un ventenne che, con la scusa di chiedere informazioni in merito all’ammissione, era intenzionato ad entrare a scuola. I tre si sono accorti subito che, sotto la tunica, il ragazzo portava un ordigno. Mentre i primi due sono fuggiti, Aitzaz è andato incontro all’attentatore per cercare di fermalo, il quale, forse colto di sorpresa, ha innescato la bomba. Aitzaz ha sacrificato se stesso per salvare oltre duemila vita. A raccontare la storia è il cugino, testimone dell’evento ad una televisione locale ed al mondo.

“Mio figlio è uno shahid, martire – ribadisce il padre – Ha fatto piangere di disperazione sua madre ma ha evitato ad altre decine di madri di piangere i loro figli”  Ora tutta la comunità si stringe attorno alla famiglia chiedendo il “Nishan-i-Haider” il massimo riconoscimento al valore dell’esercito che forse non arriverà mai in quanto Aitzaz era un civile.

Anche l’ex ambasciatrice americana in Pakistan, Sherry Rehman, ha offerto il suo tributo: “Cuor di leone Aitzaz è l’orgoglio del Pakistan”.

L’attacco suicida è stato poi rivendicato dal gruppo Lashkar-e-Jhangvi, una sigla nota della “jihad” che di solito colpisce la minoranza sciita – il 20% di 180 milioni – considerata eretica dai sunniti. Sciiti e sunniti, uno scontro che va avanti da secoli ancora senza fine. Aitzaz si è sacrificato per entrambi.

Oggi il Pakistan celebra, omaggia ed onora il suo nuovo eroe chiedendo con forza scelte coraggiose ai propri leader.

Sventura la terra che ha bisogno di eroi. No, sventurata la terra che ha bisogno di eroi bambini.